Dalla Comunità all’Unione. La storia dell’integrazione europea

Condividi

AGGIORNAMENTO DEL 11/03/2021

Disponibile la registrazione del webinar e tutte le slides, link in corrispondenza dell’intervento 

Interventi

Presentazione del percorso – Europe Direct Roma Innovazione …vai alle slides

Dalla Comunità all’Unione. La storia dell’integrazione europea – …vai alle slides

Daniele Pasquinucci, docente di Storia delle relazioni internazionali e titolare della Cattedra Jean Monnet in Storia dell’integrazione europea

—————————————————————————————————

09 Marzo 2021 – ore 10:00

Termine iscrizioni: Lunedì, 8 Marzo, 2021 – 20:00

http://eventipa.formez.it/node/297059

Lezioni d’Europa 2021

Nel corso degli ultimi dieci anni “Lezioni d’Europa” ha cercato di contribuire alla conoscenza delle istituzioni e delle politiche europee in modo da favorire la diffusione delle informazioni e l’utilizzo, da parte del cittadino, delle opportunità offerte dall’Unione europea.

In questo periodo di difficoltà e di incertezza legato alla pandemia è ancora più importante sapere come si sta muovendo l’Unione Europea, comprendendo quali sono le risorse messe in campo per affrontare la crisi ai vari livelli (sanitario, economico, sociale e finanziario) e cercare così di essere più consapevoli dell’impatto che può avere un utilizzo appropriato di tali fondi e di tali strumenti.

L’edizione 2021 del ciclo “Lezioni d’Europa” riprende la collaborazione, iniziata lo scorso anno, tra il Centro Europe Direct Roma Innovazione, operativo presso Formez PA, e il Centro Europe Direct dell’Università di Siena ed il Centro Europe Direct di Trapani.

Il programma prevede una serie di webinar su temi di attualità, soprattutto in relazione agli scenari di attuazione del Recovery Fund (Next Generation EU), quali per esempio:

  • le misure da adottare per facilitare la ripresa dell’economia;

  • i cambiamenti da mettere in atto per la transizione ecologica, la neutralità climatica e l’economia circolare;

  • lo sviluppo delle conoscenze per la transizione digitale, che negli ultimi mesi ha visto un’accelerazione forzata imposta dall’emergenza del Covid-19.

Il percorso si rivolge a tutti coloro che vogliono avvicinarsi alle tematiche dell’Unione europea indipendentemente dal tipo di formazione culturale o di professione. È possibile partecipare anche alle singole iniziative.

La prima lezione “Dalla Comunità all’Unione. La storia dell’integrazione europea” intende offrire una sintesi delle principali tappe del processo di integrazione europea dalla Dichiarazione Schuman del 9 maggio 1950 fino alla recente crisi della zona euro.

La Dichiarazione Schuman dette il via al processo che, l’anno successivo, condusse sei Stati dell’Europa occidentale (Francia, Repubblica federale tedesca, Italia, Belgio, Olanda e Lussemburgo) a istituire la Comunità europea del carbone e dell’acciaio (CECA). Nel marzo del 1957, con la firma dei Trattati di Roma, quegli stessi sei Stati dettero vita alla Comunità economica europea e a Euratom. Le Comunità furono da subito una “storia di successo”, contribuendo alla stabilizzazione politica, economica e sociale, e alla pacificazione dell’Europa occidentale; gradualmente, esse ampliarono le loro competenze originarie ai settori della politica industriale, monetaria, sociale, ecc. L’Atto unico del 1987 pose le premesse per un ulteriore avanzamento del processo di integrazione europea, ovvero il mercato unico (o interno), entrato in vigore nel 1993. Nel novembre di quell’anno entrò in vigore anche il Trattato di Maastricht, che sancì la nascita dell’Unione europea e la cui elaborazione e approvazione si collegarono strettamente, da un lato, alle dinamiche interne all’Europa comunitaria (la costituzione di un mercato interno imponeva una moneta unica) e, dall’altro, a un evento “sistemico” epocale, ovvero la fine della Guerra fredda. Il trattato di Maastricht è all’origine dei successivi avanzamenti dell’integrazione europea (fino al Trattato di Lisbona entrato in vigore nel 2009) e costituisce il punto di partenza per ogni analisi volta a comprendere sia i grandi benefici che l’Unione europea porta ai suoi Stati membri sia le sue disfunzionalità e i suoi limiti.

Appuntamenti Successivi

16 marzo: 9.30-11.30 – Evento speciale: Anno Europeo delle Ferrovie

23 marzo: 10.00-11.30 – Le istituzioni dell’UE e cittadinanza europea

30 marzo: 10.00-11.30 – Il Recovery Plan europeo e i piani nazionali per la resilienza e la ripresa

20 aprile: 10.00-11.30 – La Transizione Ecologica e la sfida dell’economia circolare

27 aprile: 10.00-11.30 – La transizione digitale: le opportunità di finanziamento europee nel periodo di programmazione 2021-2027

4 maggio 2021 – La pace e la difesa in Europa

11 maggio 2021 – Integrazione europea come progetto di Pace

25 maggio 2021 – Le fonti di informazione: differenza tra Fondi Sie e strumenti tematici, dove e come informarsi sui bandi

8 giugno 2021 – Finanziamenti diretti 2021-2027

15 giugno 2021 – Progettazione europea dei fondi diretti